‘O Sole (m)ij

L’attività terapeutica con certi pazienti è spesso, quasi esclusivamente, manuale.

Come a voler imporre una concretezza in antitesi all’intangibilità dei pensieri psicotici. 

Che è tipo chiedere a Salvini di parlare di politica e non di gattini. Ma con gli psicotici funziona.

Ma tornando a noi un mercoledì mattina, dopo un gruppo in cui era stato proposto ai ragazzi di creare qualcosa con la creta che rappresentasse il modo in cui, secondo loro, gli altri li vedono, incontro Roberto. 

Iniziamo la nostra abituale danza del saluto che assomiglia a quando mamma ti chiede di fare una cosa e tu rispondi in maniera ambigua per non dirle di no che sennò si incazza, ma nemmeno si perchè sei impegnato a sognare un futuro e poi ti ricordi che hai studiato psicologia. 

Quindi lui accenna la testa, io sorrido. 

Lui alza una mano per salutarmi, io sorrido. 

Lui mi dice “Buongiorno!” e io scappo più in fretta che posso per non farmi agganciare. 

Nonostante gli allenamenti in palestra pensati proprio per questo momento, quel giorno ho tristemente perso. E in un vortice di entusiasmo Roberto mi convince a seguirlo nel laboratorio per vedere il suo lavoro. 

“Dai indovina quale ho fatto io” mi sfida. 

“Mah lo scimpanzè?” probabilmente se lo avessi pugnalato gli avrei fatto meno male, ma d’altro canto non è possibile non ferire l’ego di un narcisista quindi me ne faccio una ragione. 

“Ho fatto il sole!” sussurra ringhiando a metà tra uno che le ha prese dalla nonna invalida e il Signor Burns che sguinzaglia i cani. 

“Oh che bello! E come mai proprio il sole?” e dopo solo 12 millesimi di secondo mi chiedo quale sia stato esattamente il momento della mia infanzia che ha sancito per sempre queste mie modalità contenitive stile Marge Simpson. 

“Eh bè sai” e puntualizzo che non lo sapevo perchè anche se sono una psicologa in formazione non ho studiato a Hogwarts “sono un pò un punto di riferimento qui in comunità, quello che tutti guardano per capire cosa fare o cosa dire”.

Ah.

“E poi ci hanno detto che settimana prossima dovremo rappresentare noi stessi e ho deciso di fare un altro sole. Se io non splendo gli altri chi seguono?”.

AH.

A tutti i confusi astrofisici in ascolto: due sono i soli nel nostro sistema solare. Uno è quello intorno al quale ruota la terra, l’altro è Roberto.

One Reply to “‘O Sole (m)ij”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...